medical-abstract-background-with-health-care-icon-vector-26784564

FISIOCARD - Centro Medico

medium

PG Service Consulting Srl

Via F. Tovaglieri, 00155 Roma

P.IVA/C.F.: 12405401006

kisspng-computer-icons-clip-art-location-icon-5abbd61f481009.5456076715222594872952

Via Francesco Tovaglieri 17/19 - Roma


facebook
youtube
instagram
phone
whatsapp
kisspng-email-signature-block-iphone-apple-jd-2-22-16w-china-16w-led-panel-products-for-5-5b75af250505e8.6680244315344392050206

info@fisiocard.com

icona-telefono
fisiohd
icona-telefono

06 23 14 416 - 06 23 14 417

06 23 14 416 - 06 23 14 417

iqnet-certified-management-system-vector-logo
unnamed

06 23 14 416 

06 23 14 417

pngsee.com-png-images-hd-141720

348 539 2361 - Mobile e Whatsapp

Cookie Policy

 

Privacy Policy

 

Carta dei Servizi

kisspng-computer-icons-arrow-clip-art-5afffe34202956.2063487815267261961318

centro medico fisiocard@ALL RIGHT RESERVED 2019

kisspng-computer-icons-arrow-clip-art-5afffe34202956.2063487815267261961318
numwhatsapp
kisspng-computer-icons-arrow-clip-art-5afffe34202956.2063487815267261961318
accordi-di-convenzione

CONVENZIONI

AMMINISTRATORE UNICO

DIRETTORE SANITARIO 

Dott. Paolo GIULIANI

PCOS

SINDROME DELL'OVAIO POLICISTICO

Seguici anche su:

pcos-sintomi.jpeg

FISIOCARD SRL P.IVA 01493041006 - COD.FISC. 06101380589

 

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è il più frequente disordine endocrino-mtabolico nelle donne in pre-menopausa, e coinvolge fino al 20% delle donne in età fertile.

Essa può essere responsabile di problematiche quali: cicli mestruali irregolari (oligomenorrea) o anche assenti (amenorrea), sintomi dovuti all’eccesso di ormoni maschili (androgeni), come acne del volto o del corpo, eccesso di peluria corporea (irsutismo) e/o caduta di capelli (alopecia).

Altre problematiche frequenti sono quelle metaboliche (sovrappeso o obesità, alterazioni della glicemia), difficoltà nell’ottenimento di una gravidanza (infertilità), aumento del rischio cardiovascolare e, quando non riconosciuta ed appropriatamente trattata, anche ad un aumentato rischio di tumore dell’endometrio.

La diagnosi richiede un’attenta valutazione dei segni e sintomi riportati dalla paziente, del diario mestruale, esami biochimici ed ormonali e di un’ecografia pelvica per la valutazione delle ovaie (numero di follicoli, volume ovarico).

Il nome di questa condizione (in passato nota come sindrome di Stein-Leventhal) può essere fuorviante. Avere le ovaie di aspetto policistico infatti non equivale ad avere la PCOS!

Ed è vero anche il contrario: si può soffrire di sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) anche senza avere ovaie di aspetto policistico all’ecografia.

In molte donne la causa sottostante la PCOS è una condizione di insulino-resistenza, mentre in altre prevale una condizione di iperandrogenismo, in cui i livelli di ormoni "mascolinizzanti" prodotti dalle ovaia (e in minor parte dai surreni) sono eccessivi, a cui si aggiungono fattori legati allo stile di vita della paziente (dieta, attività fisica, stress, ecc.) e/o genetici (familiarità).

La terapia è individualizzata per ogni paziente, ma può comprendere modifiche dello stile di vita, terapia farmacologica dell'insulino-resistenza, terapia estro-progestinica e/o terapia sintomatica dell’eccesso di androgeni.

tipi_pcos.jpeg

Qual'è l'iter diagnostico per la diadnosi della sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)?

 

Al fine di poter diagnosticare la sindrome dell’ovaio policistico un corretto iter diagnostico prevede: la visita endocrinologica, la valutazione ormonale e l’esame ecografico delle pelvi.

 

La Visita Endocrinologica

La visita rappresenta la fase principale della procedura diagnostica, poiché attraverso di essa vengono raccolti ed analizzati i sintomi rieriti dalla paziente e si ricercano i segni che possono portare alla diagnosi di Sindrome dell'Ovaio policistico (PCOS) o alla diagnosi di condizioni cliniche similari.

 

Di seguito si riassumono alcuni degli aspetti chiave che verranno valutati nel corso della visita endocrinologica e qualche consiglio su come prepararsi:

 

· Le caratteristiche antropometriche della paziente (peso, altezza e indice di massa corporea);

· La distribuzione del grasso corporeo (mediante la misurazione di circonferenza vita, fianchi e del loro rapporto);

· Il pattern mestruale della paziente (è utile portare in visione all’endocrinologo il proprio diario mestruale dei mesi precedenti, meglio se dell’intero anno);

· L’eventuale presenza di acne vulgaris (mediante il Global Acne Grading System, GAGS),di peluria in eccesso del volto e/o del corpo(irsutismo, mediante la scala di Ferriman-Gallwey),  di diradamento dei capelli (alopecia, mediante la scala di Sinclair)e di acanthosis nigricans, cioè una manifestazione cutanea caratterizzata da zone scurite, mal delimitate, che compaiono tipicamente a livello delle pieghe cutanee (ad es. a livello di nuca, ombelico, inguine o ascelle).

 

 

La valutazione ormonale

La valutazione dell’assetto ormonale prevede l’esecuzione di un prelievo di sangue la mattina a digiuno, tra il terzo e il settimo giorno del ciclo mestruale (oppure senza restrizioni per le donne in amenorrea) per la valutazione dell’assetto ormonale della paziente.

Nello specifico vengono effettuati i seguenti dosaggi:

La concentrazione sierica degli androgeni (ovvero gli ormoni “mascolinizzanti”), e in particolare del testosterone totale, del delta-4-androstenedione e DHEA-S (deidroepiandrosterone solfato);

I livelli di 17β-estradiolo (ovvero il principale ormone “femminilizzante” nella donna in età fertile) e delle gonadotropine, ovvero gli ormoni (LH ed FSH) prodotti dalla ghiandola ipofisaria che controllano la funzione delle ovaie;

Verranno inoltre escluse le più frequenti condizioni cliniche che possono confondersi con la PCOS, quali l’iperprolattinemia, l’iperplasia surrenalica congenita e l’ipercortisolismo endogeno (mediante la visita endocrinologica ed il dosaggio di prolattina, 17-idrossi-progesterone e cortisolo plasmatico al mattino).

Verrà inoltre valutato la stato di insulino-resistenza a digiuno della paziente (glicemia e insulinemia), il profilo lipidico (colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL e trigliceridi).

 

L’esame ecografico delle pelvi

L’esame ecografico della pelvi è fondamentale per la valutazione di una sospetta PCOS in quanto consente di visualizzare e valutare la struttura delle ovaie per la presenza di “morfologia ovarica policistica”, cosiddetta PCOM (o PCO).

Infatti in alcune donne affette da PCOS si verifica un aumento del numero dei follicoli ovarici di piccole dimensioni (tra2 e 9 mm di diametro), disposti principalmente sotto la corticale ovarica come un “filo di perle”, e un aumento del volume ovarico (in mL). Entrambi questi aspetti possono essere valutati e misurati e, se al di fuori di specifici range di riferimento, configurano un quadro di PCOM.

L’esame ecografico dovrebbe essere eseguito al terzo-quinto giorno del ciclo mestruale mediante ecografia transvaginale.

immagine2.jpeg
immagine3.jpeg
immagine4

Dalla diagnosi al trattamento

 

Al fine di poter formulare una diagnosi di PCOS il risultato degli esami ormonali e dell’ecografia pelvica devono essere correlati con l’esito degli altri esami eseguiti dalla paziente, e con eventuali terapie in corso. Come indicato in precedenza, infatti, la presenza ad esempio di ovaie policistiche (PCOM) non è sempre indice di sindrome dell’ovaio policistico(PCOS), e altre condizioni cliniche similari possono simulare o far pensare a una PCOS, ma richiedere indagini e trattamenti differenti.

Una volta posta diagnosi di PCOSla scelta del trattamento è individualizzata, e dovrebbe sempre prendere in considerazione ed essere indirizzata verso la principale problematica riferita dalla paziente. Caposaldo della terapia della PCOS è, per molte donne, un regime di regolare attività fisica e, per quelle pazienti con sovrappeso/obesità, un regime dietetico volto alla perdita di peso. Accanto a questi, talvolta è indicata una terapia con specifici integratori e/o farmaci, che differirà a seconda della specifica paziente.

Ad esempio, in una donna alla ricerca di una gravidanza la priorità sarà rivolta ad ottenere una regolarizzazione dei cicli mestruali e di assicurarsi che siano cicli ovulatori.

Al contrario una donna con elevati valori di testosterone sierico e in cui la problematica principalefosse la presenza di acne del volto e/o irsutismo del corpo la terapia dovrebbe puntare a ridurre i livelli di androgeni.

Ancora, in una donna con sovrappeso/obesità addominale, insulino-resistenza e/o alterazioni del profilo lipidico sarà importante concentrarsi sulle complicanze metaboliche della PCOS.

24_09_19_ovaio-policistico-872x468.jpeg

Presso il nostro Centro Medico

Fisiocard-PG Lab

abbiamo studiato un pacchetto completo per la diagnosi.

 

Il pacchetto PCOS comprende:

54585015-personaggio-dei-cartoni-animati-medico-ragazzo-e-il-medico-ragazzo-di-gioco-medico-del-ragazzo-con-l.jpeg
esamidelsangue.jpeg
ovaio-policistico.jpeg

Ecografia ginecologica TransVaginale

Pacchetto Analisi

PCOS*

Visita

Specialistica

Endocrinologica

 

Tutto a soli 200€

 

 

* Il Pacchetto Analisi comprende:emocromo, glicemia, insulinemia, colesterolo totale, HDL, trigliceridi, LH, FSH, 17β-estradiolo, prolattina, testosterone totale, DHEA-S, Delta-4-androstenedione, 17(OH)-progesterone, TSH, fT4, cortisolo

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder