medical-abstract-background-with-health-care-icon-vector-26784564

FISIOCARD - Centro Medico

medium

PG Service Consulting Srl

Via F. Tovaglieri, 00155 Roma

P.IVA/C.F.: 12405401006

kisspng-computer-icons-clip-art-location-icon-5abbd61f481009.5456076715222594872952

Via Francesco Tovaglieri 17/19 - Roma

icona-telefono

facebook
youtube
instagram

06 23 14 416 - 06 23 14 417

kisspng-email-signature-block-iphone-apple-jd-2-22-16w-china-16w-led-panel-products-for-5-5b75af250505e8.6680244315344392050206

info@fisiocard.com

FISIOHD
icona-telefono
icona-telefono

06 23 14 416 - 06 23 14 417

06 23 14 416 - 06 23 14 417

pngsee.com-png-images-hd-141720

348 539 2361 - Mobile e Whatsapp

Cookie Policy

 

Privacy Policy

kisspng-computer-icons-arrow-clip-art-5afffe34202956.2063487815267261961318
numwhatsapp
kisspng-computer-icons-arrow-clip-art-5afffe34202956.2063487815267261961318
virus-corona200308115106-761
LOGOPG

COVID-19

 

IL TEST RAPIDO

Seguici anche su:

45

 

centro medico fisiocard@ALL RIGHT RESERVED 2019

FISIOCARD SRL P.IVA 01493041006 - COD.FISC. 06101380589

 

IL TEST VIENE EFFETTUATO SOLO  SU PRENOTAZIONE

 

Contatta la nostra Segreteria per fissare il tuo appuntamento.

Cos'è il COVID-19

 

Il COVID-19 (Corona Virus Disease) è la malattia infettiva causata dal coronavirus SARS-CoV-2, recentemente scoperto. Questo nuovo virus era sconosciuto prima dello scoppio della malattia a Wuhan, in Cina, nel Dicembre 2019. I sintomi più comuni di COVID-19 sono febbre, tosse secca, stanchezza, produzione di espettorato, respiro corto, mal di gola e mal di testa, anosmia (perdita dell'olfatto), ageuia (perdita del gusto). Alcuni pazienti possono avere mialgia, brividi, nausea, congestione nasale e diarrea. Questi sintomi iniziano gradualmente e sono lievi nella maggior parte dei casi. Alcune persone si infettano ma non sviluppano alcun sintomo e non si sentono male. La maggior parte delle persone (circa l'80%) guarisce dalla malattia senza un trattamento speciale. Circa una persona su sei che si infetta con COVID-19 si ammala gravemente e sviluppa difficoltà respiratorie. Le persone anziane e quelle con condizioni preesistenti, come pressione alta, problemi cardiaci o diabete, hanno maggiori probabilità di sviluppare una malattia grave. Il COVID-19 è trasmesso tramite particelle respiratorie che vengono espirate dalle persone infette tramite tosse, starnuti o parlando. Queste goccioline possono essere inalate o ingerite direttamente da altre persone o possono contaminare le superfici che rimangono poi infettive per diversi giorni. Si stima che il periodo di incubazione del COVID-19 vada da 1 a 14 giorni, durante i quali le persone potrebbero essere già infettive senza mostrare i sintomi di malattia.

 

 

 

Cos'è il Test Rapido COVID-19 (IgM/IgG)

 

Il test COVID-19 IgG/IgM è un immunodosaggio cromatografico per la rilevazione qualitativa di immunoglobuline IgG e IgM anti-SARS-CoV-2 in campioni di sangue venoso. Le immunoglobuline sono anticorpi ossia proteine globulari coinvolti nella risposta immunitaria, cioè nella lotta contro micorganismi considerati estranei (detti antigeni). I linfociti (cellule del sangue appartenenti ai globuli bianchi), entrati in contatto con il virus aggressore, si attivano per produrre un numero elevato di immunoglobuline: in una prima fase IgM (anticorpi precoci presenti nella fase iniziale dell'infezione), nella seconda fase IgG (anticorpi della memoria.

 

 

 

A che cosa serve e come si esegue il Test Sierologico rapido Covid-19 IGg/IGm

 

Il test serve a sapere se hai avuto o se hai in atto un’infezione da SARS-Cov-2 attraverso la misurazione degli anticorpi IgM e IgG nel sangue. Questa infezione, infatti, può essersi presentata senza alcun sintomo o con lievi sintomi a cui potresti non aver dato importanza. Il test si esegue attraverso un semplice prelievo di sangue effettuato da personale medico e/o infermieristico dotato di tutti i presidi di sicurezza. Non occorre essere a digiuno. Il risultato del test è disponibile in giornata.

 

 

 

Chi può sottoporsi al test

 

Possono sottoporsi al test rapido tutte le persone in buona salute, senza sintomi di malattia (asintomatici) che hanno il timore di essere state esposte al contagio perché entrate in contatto con individui risultati positivi, in quanto può essere utilizzato come indagine complementare alla ricerca diretta di SARS-Cov-2 nel distretto orofaringeo e delle vie respiratorie, al fine di contribuire a prevenire la trasmissione del virus. Qualunque sia il risultato è necessario continuare a seguire le misure di contenimento previste dalla legge. In presenza di sintomi il test appropriato è il tampone ed è consigliato contattare le Autorità Sanitarie locali competenti, per ottenere la valutazione del proprio caso e un’adeguata assistenza.

 

 

 

INTERPRETAZIONE DEL TEST

 

IgM e IgG entrambe negative

Se le IgM e le IgG nel referto sono indicate come “negative” significa che non hai contratto l’infezione nei 7-10 giorni precedenti all’esecuzione di questo test, tuttavia potresti essere nel periodo di incubazione del virus se sei venuto in contatto con persone contagiose. Ciò significa che potresti essere stato infettato negli ultimi 7-10 giorni, ma non viene rilevato dai test come questo, perché  gli anticorpi si sviluppano almeno 7-10 giorni dopo il contagio. Ricordiamo che ad oggi il test di conferma per la Covid-19 è il tampone, che viene eseguito con tecniche di biologia molecolare, attraverso la rete di laboratori identificata dal Ministero della Salute e secondo le indicazioni e prescrizioni delle autorità sanitarie. Attenzione: nel caso in cui fossi nel periodo di incubazione, potresti essere contagioso.

Se le IgM e le IgG nel referto sono indicate come “negative”, è necessario ripetere il test almeno 7 giorni dopo il primo prelievo, poiché in caso di infezione in corso è altamente probabile che gli anticorpi IgM o IgG diventino positivi alla fine di un eventuale periodo di incubazione.

 

IgM positive - IgG negative

Se il risultato delle IgM è positivo (quindi nel referto le IgM sono indicate come “positive”) potrebbe essere necessario provvedere al test di conferma per la Covid-19 (tampone), facendo riferimento al proprio medico curante o alle autorità sanitarie locali. Il risultato positivo in ogni caso non può predire il decorso dell’infezione e la sua evoluzione.

 

IgM negative - IgG positive

Se il risultato delle IgG è positivo (quindi nel referto le IgG sono indicate come “positive”) e quello delle IgM negativo, è possibile che sia avvenuta un’immunizzazione contro il virus della Covid-19. Anche in questo si consiglia di fare riferimento al proprio medico curante, poichè non si può escludere totalmente una residua infettività.

 

IgM e IgG entrambe positive

Se le IgM e le IgG nel referto sono indicate come “positive” significa che è possibile che si sia sviluppata una immunizzazione contro il virus della Covid-19 ed è probabile che si siano sviluppati gli anticorpi anche se allo stadio delle conoscenze attuali, non è ancora possibile escludere la recidiva di questo tipo di infezione.

 

 

Immagine

 

Sensibilità e Specificità diagnostica

 

Il risultato del test non è attendibile al 100% ma mostra, secondo i dati riportati dall'azienda produttrice:

 

Sensibilità diagnostica del 94,1%

Specificità diagnostica del 99,2%

Andamento complessivo del 98,2%

Accuratezza del 95% 

Immaginelogoregione

Clicca qui per l’Informativa della Regione Lazio

Crea un sito Gratis | Come creare un sito web